Erika è una ragazza solare, motivata, con un sorriso che contagia. La sua innata curiosità, unita alla capacità di sapersi mettere sempre in gioco, l’ha portata nel tempo ad interessarsi ed approfondire varie realtà lavorative, accomunate però da un unico importante filo conduttore: la comunicazione.
 

erika-verri
 

Ciao Erika, hai alle spalle un percorso lavorativo vario e non banale, si direbbe che tu non abbia proprio paura del cambiamento e delle novità! Cosa ti ha spinto ad approfondire la conoscenza della comunicazione digitale?

Ciao, è verissimo, le mie esperienze lavorative sono diverse, probabilmente perchè non ho mai trovato la giusta strada per portare avanti un vero e proprio progetto. La comunicazione ha avuto sempre un ruolo fondamentale nella mia vita, trovo sia importante condividere e esprimersi con le persone.

La mia passione è sempre stata la moda, ebbene si, adoro le scarpe, appena ho un minuto navigo sul web per vedere quali sono le ultime tendenze o quali posso acquistare sui siti e-commerce, per cui da qui la mia idea di associare la mia passione con il web.

Descriviti in poche parole

Sincera, sensibile e affidabile.
Il mio vero difetto è la testardaggine, insisto in una cosa anche quando gli altri mi danno contro.

Di cosa ti sei occupata in Pronesis e quali sono le aree in cui ti piacerebbe specializzarti?

In Pronesis ho avuto la possibilità di analizzare competitors per realizzare piani editoriali e di advertising sui social e blog, utilizzando piattaforme come Hootsuite e SEMrush.

Ho realizzato contenuti per il blog , studiato le tematiche e il tono di comunicazione.
Il mio obiettivo è quello di poter gestire l’ufficio comunicazione di un’azienda di moda.

Pensi di avere arricchito le tue competenze? Cosa hai imparato di nuovo?

Assolutamente si, oltre ad aver imparato ad utilizzare nuove piattaforme, come comunicare nel web, come analizzare i competitors, ho capito l’importanza del saper comunicare “bene”, non basta la comunicazione, bisogna sempre tener presente che dall’altra parte dello schermo c’è una persona, e questa persona deve poter capire cosa vogliamo esprimere.

Secondo te qual è il valore aggiunto che deve avere un professionista per svolgere al meglio questo lavoro?

Tenersi aggiornato sempre, quello che sai oggi potrebbe già essere cambiato domani, questo è il web.

Hai dei profili social/siti personali su cui puoi essere contattata?

Sii ma non li dico. Scherzo, sono sia su facebook, twitter, instagram.

Com’è stato il rapporto con lo staff e come descriveresti in poche parole Pronesis (senza utilizzare la frase “agenzia giovane e dinamica”)?

Proprio oggi è l’ultimo giorno di stage, e come ho già detto sono una persona molto sensibile, se penso a tutti voi mi viene la lacrimuccia perchè siete stati tutti gentili, comprensivi e disponibili, nemmeno per un momento mi sono sentita fuori posto o non del gruppo. Pronesis è una grande famiglia, molte aziende dovrebbero prendervi come esempio perchè non c’è cosa migliore di lavorare in un ambiente sereno seppur denso di impegni.

Piaciuto questo articolo? Perchè non leggi anche:

Last edit:

Uno stage in Pronesis: intervista a Erik…

di Andrea Saletti tempo di lettura: 2 min