Purtroppo siamo stati vittima di un caso di email Spoofing.

Al di la del nome apparentemente buffo, la parola inglese deriva dal verbo spoof ovvero imbrogliare, la situazione che si è verificata non è stata per nulla piacevole.

La presente comunicazione è rivolta principalmente a chi ha ricevuto questa email e non conosce Pronesis e non sapendo

come funzionano queste truffe pensa erroneamente che sia implicata la nostra azienda.

In pratica viene presa la mail di un sito (realmente esistente o meno, ad esempio hanno utilizzato sia info che una fantomatica email servizio ) e la si utilizza

sfruttando server di invio violati e senza autenticazione per inviare email che richiedono il cambio dei dati della carta di credito o imbrogli di questo tipo.

I server utilizzati per l’invio sono di una grossa server farm italiana che li ha ceduti in gestione ad una importante azienda telefonica italiana, di cui non

facciamo i nomi per questioni di privacy, anche se la società più danneggiata da questa attività è stata appunto Pronesis che non centra assolutamente nulla con

questa azioni.

Abbiamo segnalato per correttezza la situazione anche alla polizia postale, che ci ha ribadito come sapevamo che contro attività di questo tipo non c’è nulla da

fare se non segnalare il problema alla server farm di competenza e sperare che risolvano il problema degli invii non autorizzati il prima possibile.

E’ successo anche a poste italiane e ad altre centinaia di grandi aziende a livello mondiale che se avessero potuto ovviamente avrebbero bloccato già da tempo il

fenomeno.

 

Piaciuto questo articolo? Perchè non leggi anche:

Last edit:

Problemi di Email Spoofing

di Davide Raimondi tempo di lettura: 1 min