Finalmente Intel ha confermato che la nuova generazione di processori x86 arriverà presto in commercio. Dopo una serie di annunci che non fornivano un periodo preciso infatti, si è giunti finalmente alla conferma che in autunno le nuove CPU invaderanno il mercato.

La nuova tecnologia denominata “Broadwell” ha creato molti più problemi di sviluppo del previsto, ma Intel assicura che la spasmodica attesa verrà ricompensata a dovere dalle prestazioni e soprattutto dal consumo che sarà inferiore del 30%.

Dal punto di vista puramente prestazionale chiaramente la casa di Santa Clara (CA) non ha lasciato trapelare molto, ma molti rumors parlano di frequenze di clock superiori ai 4.5GHz e un numero di core pari o addirittura maggiore ad 8.

È quasi certo che le CPU integreranno al proprio interno i controller Ethernet, Thunderbolt e USB 3.0. Tutto questo è un ulteriore passo in avanti verso la globale miniaturizzazione dei computer portatili.

 
IntelBroadwell

 
I maggiori benefici ovviamente giungeranno al settore UItrabook, che a fronte di un consumo inferiore, potranno beneficiare di un microprocessore più compatto e più potente che integra già nel suo minuscolo cuore molte funzioni che prima occupavano spazio nella scocca del Laptop.

Intel ha dichiarato che con l’avvento di questa nuova tecnologia l’obbiettivo è tornare a rispettare la famosissima legge di Moore : “Le prestazioni dei processori, e il numero di transistor ad esso relativo, raddoppiano ogni 18 mesi.”

Non ci resta che attendere con trepidazione l’ultimo trimestre 2014 per verificare se le promesse del colosso Statunitense verranno mantenute!

Piaciuto questo articolo? Perchè non leggi anche:

Last edit:

Intel: tecnologia 14 nanometri Broadwell…

di Roberto Bottazzi tempo di lettura: 1 min