Per il Covid-19 siamo operativi in smart working

Chi come me si occupa di ottimizzazione per la conversione ha ben chiaro che non esiste una formula magica applicabile alla progettazione di un qualsiasi sito e-commerce in grado di migliorare il tasso di conversione in maniera automatica e senza test che la confermi.

E’ chiaro che il processo di sviluppo parte sempre da ipotesi iniziali riguardanti il comportamento di interazione dei visitatori e che necessita naturalmente di una grande preparazione a livello di User Experience e scienze cognitive umane, ma è impensabile non unire queste conoscenze teoriche a dati concreti, sia quantitativi che qualitativi. Parlo di simulazioni con analisi di eyetracking, interviste al target, tracciamento dei movimenti degli utenti sul sito, test A/B e multivariati.

Le strade per individuare il giusto approccio comunicativo in grado di migliorare efficacemente il tasso di conversione di un e-commerce sono diverse e dipendono spesso dal budget che il committente ha a disposizione per predisporre le giuste architetture analitiche.

Esiste però un metodo base che permette di ottenere già buoni risultati anche in progetti dove le risorse sono risicate ed è quello di prendere spunto dalle scelte strategiche dei leader di settore. Queste infatti sono realtà che investono periodicamente ingenti cifre nell’ottimizzazione dell’esperienza utente e le loro implementazioni rappresentano sempre importanti modelli da studiare, assimilare… e riutilizzare ;-)

Ma quali sono i framework di conversione più efficaci in un e-commerce?
In una situazione ideale andrebbero analizzati e-commerce competitor appartenenti allo stesso bacino di mercato del sito che stai sviluppando, ma in questo caso io mi sono basato su 5 marketplace scelti principalmente in base ai criteri di dimensione e fama:

  • Amazon.com
  • BestBuy.com
  • Staples.com
  • Homedepot.com
  • CDW.com

Sia chiaro che non ti sto incoraggiando a “copiare” gli altri, ma a lasciarti ispirare da chi ha probabilmente più risorse di te da investire nel miglioramento dell’ottimizzazione alla conversione. Nello specifico ho isolato quelli che ritengo i 9 framework più efficaci per spingere gli utenti in arrivo sulla home page del tuo commercio elettronico a proseguire verso il raggiungimento del proprio obiettivo.
Ecco cosa ho scoperto dall’analisi dei 5 marketplace che ti ho citato prima:

1 Risoluzione dello schermo

Tutti i siti analizzati puntano su una larghezza fissa a livello di design desktop: 4 su 5 hanno scelto come dimensione massima i 960 pixel, Amazon è l’unica eccezione con i suoi 1440 pixel. Questo consente ad Amazon di sfruttare più spazio per mostrare ulteriori informazioni ai visitatori con schermi più grandi. I dati di StatCounter mostrano come la maggior parte degli utenti a livello mondiale utilizzi risoluzioni delle schermo superiori a 1024 x 768 pixel.
statscounter01b


Framework di conversione: opportunità above the fold
La larghezza a livello di architettura di un sito incide sulla user experience. Può sembrarti scontato, ma il consiglio che posso darti è verificare dai dati di Analytics la risoluzione video standard più utilizzata dai tuoi utenti e ottimizzare il tuo e-commerce in base a quella.
Aumentando lo spazio in orizzontale puoi guadagnare colonne per la tua vetrina prodotti, ma anche migliorare il processo di checkout aggiungendo in aree ben visibili meccanismi di cross selling che altrimenti sarebbero dovuti finire below the fold.

2 Posizione del logo

4 dei 5 rivenditori analizzati hanno scelto di posizionare il loro logo sulla sinistra dell’header, come fa la maggioranza dei siti in circolazione. Staples va invece contro corrente e posiziona il logo al centro. Sinceramente non so darmi una spiegazione riguardo a questa scelta, per una questione di fluidità cognitiva e praticità di interazione è statisticamente provato che gli utenti si aspettano di trovare il logo di un commercio elettronico in alto a sinistra, se però tu che stai leggendo hai l’intuizione giusta illuminami pure nei commenti di questo articolo.


Framework di conversione: fiducia
Il logo è il primo elemento che vede il tuo utente e ha la responsabilità di generare una forte percezione di fiducia. Dove è collocato, come appare, cosa trasmette di te e della tua azienda sono tutti fattori che incidono sull’affidabilità generale del tuo sito. Mai sottovalutare il potere persuasivo di un logo.

3 Utilizzo di una tagline

La tagline è una sorta di slogan brevissimo ed efficace in grado di caratterizzare valori e obiettivi di un sito web. Non confonderla con la USP (unique selling proposition) della quale ho parlato nell’evento sulla persuasione di Firenze, la tagline non necessariamente rappresenta un elemento di distinzione rispetto alla concorrenza, molto spesso è formata da due tre parole che hanno lo scopo di comunicare un valore.
Uno solo dei siti analizzati ha una tagline visibile (Home Depot con “More Saving. More Doing”) , mentre Best Buy, Staples, CDW, e Amazon no. Tuttavia il logo di Amazon rappresenta concettualmente una tagline perché la freccia stilizzata che punta da “a” a “z” vuole comunicare la possibilità per l’utente di poter trovare qualsiasi cosa desideri all’interno del marketplace.


Framework di conversione: valore
L’utente che visita per la prima volta un commercio elettronico ha bisogno di avere dei chiari punti di riferimento riguardo all’identità dello stesso. La percezione di un valore aggiunto è importantissima, è l’elemento che può spostare l’ago della bilancia dall’anonimato alla fidelizzazione, il focus dal prodotto al venditore.

Conversione di collegamento quadro: c’è un valore che si sta cercando di promuovere ai tuoi visitatori una volta che atterrano sul tuo sito. Molto spesso, uno dei molti modi in cui è possibile visualizzare questo valore è attraverso la tagline. Best Buy: Sopra il logo: Expert Service. Prezzo imbattibile. The Home Depot: accanto al logo: più risparmio. Più Facendo. Quali sono questi slogan dicendo su queste aziende? È necessario aggiungere un motto? Non è necessario. Ma uno degli obiettivi è necessario raggiungere in homepage è aumentare la fiducia. Molte volte rafforzare la fiducia è realizzabile attraverso una forte presenza della proposta di valore in più di una zona della pagina.

4. La casella di ricerca

La posizione della casella di ricerca, le sue dimensioni e il design è diverso da un e-tailer all’altro. Amazon.com ha il più grande, posto al centro della testata e più chiaro casella di ricerca tra i 5 commerce che abbiamo valutato.

Conversione di collegamento quadro: Concentrandosi sul rafforzamento “momentum acquirente” e aumentare “profumo” sul vostro sito è la chiave per affrontare tutti i “bisogni” e “vuole” di visitatori del sito. Aumentare slancio acquirente significa offrire numerosi punti vendita e di modo di navigare nel sito. La ricerca è un “go” per molti visitatori del sito. L’ubicazione, progettazione, e, naturalmente, soprattutto, i risultati che un visitatore otterrà, quando ottimizzati, hanno ottenuto ottimi risultati per i nostri clienti. Questo è un elemento in cui si può chiaramente dire, verificare se il vostro ricerca funziona.

5. L’uso del numero di telefono del servizio clienti

Solo due dei siti e-commerce valutati, CDW e HomeDepot, hanno il numero di telefono del servizio clienti indicato sul loro homepage. CDW ha il suo numero di telefono indicato nella testata superiore mentre Home Depot elenca il numero nella parte inferiore della home page.

Conversione di collegamento quadro: Call center richiedono un sacco di risorse e denaro per mantenere. La maggior parte dei siti web, in particolare top 100 rivenditori, offrono una sorta di “sostegno telefonata”, ma è l’ultima risorsa, perché il più delle volte i visitatori possono capire il “problema” in proprio, leggendo alcune delle domande frequenti sul sito. La mossa di nascondere il numero di telefono, e non visualizzarlo sulla home page è una decisione aziendale. Molto spesso qualche elemento in grado di aumentare la conversione perché aumenta la fiducia, come ad esempio il numero di telefono ben visibile sul sito. Tuttavia, dal punto di vista operativo, è drenante perché il numero di chiamate aumenta significativamente con la prominenza del numero.

6. Targeting geografico

Tre dei siti e-commerce che abbiamo valutato hanno fisico “mattoni e motore” presenza: Best Buy, Home Depot e Staples. Sia Home Depot e Staples usati targeting geografico per identificare quali memorizzare potremmo usare sulla base della nostra codice di avviamento postale.

Conversione di collegamento quadro: Avere un negozio fisico e stabilire una connessione tra esso e la tua presenza web è importante ai fini di fidanzamento. Tante aziende pongono funzione di geo-targeting il sito per aiutare il visitatore del sito di stabilire quel collegamento e, eventualmente, vedere i luoghi vicino-by. Quello che è importante da considerare è l’impegno attraverso connessioni e reti comunitarie stabilisce una marca migliore più efficace che risuona con i visitatori del negozio fisico e sito web.

7. L’uso di categorie di prodotti nell’intestazione

Tre dei siti web (BestBuy, Staples e CDW) categorie di prodotti di visualizzazione nell’intestazione in alto. Amazon e HomeDepot non visualizzano categorie di prodotti nell’intestazione e si basano invece sulla navigazione di sinistra per la loro visualizzazione.

Conversione di collegamento quadro: Abbiamo implementato una serie di prove che hanno a che fare con caroselli visualizzazione, categorie di prodotti, oggetti venduti, ecc La teoria dietro ognuno dei nostri test, dopo molte ricerche è stato come possiamo aumentare sito profumo fornendo tutti i tipi di visitatori con un percorso chiaro a seconda della fase di acquisto sono a. Fornendo numerosi punti vendita, si sta provvedendo molti diversi tipi di visitatori del sito, tuttavia, a volte il vostro sito ha profumo sufficiente, ma la confusione è ciò che è arresto visitatori provenienti da procedere. È importante distinguere qual è l’ostacolo che si ferma profumo? Sono gli ostacoli? È la mancanza di percorsi di navigazione?

8. Dimensione dell’intestazione

Questi rivenditori hanno approccio diverso per le dimensioni e la quantità di informazioni che comprendono nell’intestazione. Amazon e Bestbuy utilizzano un colpo di testa che è il più piccolo in termini di dimensioni che occupa circa il 10% della superficie sopra la piega, Staples è sull’altro estremo con un grande colpo di testa che occupa circa il 30% della superficie sopra la piega.

Conversione Connection quadro: Dimensioni di un’intestazione e come l’intestazione è utilizzato spesso può essere la causa di attrito sul sito. Abbiamo testato questo su molte pagine in tutto il sito, ma ha trovato sulla categoria e di prodotto le pagine, che un gran colpo di testa sito che toglie costituiscono l’obiettivo della pagina tende ad aumentare i tassi di rimbalzo a causa dell’attrito che provoca. Quello che è importante per determinare è se o non avere superiore ai tassi normali di rimbalzo nella tua home page, e se la vostra dimensione di intestazione può avere qualcosa a che fare con esso.

9. Posizione del carro

Tra i diversi articoli abbiamo valutato nell’intestazione, luogo della icona del carrello è l’elemento più consistente che abbiamo trovato. Tutti i rivenditori utilizzare un’icona carrello che è posto sul lato destro dell’intestazione. Alcuni dei rivenditori usato il termine “carrello” in aggiunta al carrello, mentre alcuni invocato l’icona di per sé. Tutti mostrano il numero di elementi nel carrello pure.

Conversione di collegamento quadro: Rendere il sito più facile da usare e ad alleviare le eventuali modifiche di preoccupazione o domande è relativo a Fuds. Il carrello è un elemento importante che se un visitatore è in realtà l’aggiunta di elementi ad esso, sarà qualcosa che cercano. Quello che vi consigliamo è che a valutare il vostro immagine Carrello e come funziona dal punto di vista di un visitatore; È chiaro, fare hanno bisogno di più informazioni, come posso migliorare l’esperienza.

Piaciuto questo articolo? Perchè non leggi anche:

Last edit:

Conosci i 9 framework di conversione pi…

di Andrea Saletti tempo di lettura: 7 min