Per il Covid-19 siamo operativi in smart working

Come passare da Magento 1 a Magento 2? Non ci sono dubbi: quando si parla di e-commerce la scelta della piattaforma di appoggio è un passaggio fondamentale, che va affrontato in modo attento e informato.

Lo sa bene chi, in passato, ha scelto una piattaforma sbagliata, non adatta ai propri utilizzi: il rischio è quello di trovarsi con un CMS troppo limitato o magari troppo complesso, manchevole dei plugin necessari al proprio negozio online e via dicendo.

Sempre meglio quindi, spendere qualche ora “prima” per capire qual è la piattaforma che fa al caso proprio, piuttosto che diventare pazzi poi, gestendo un e-commerce con un CMS imperfetto o del tutto sbagliato.

Se sei arrivato su questo post del nostro blog, possiamo affermare di conoscere già, con buona probabilità, già il tuo “passato”: il tuo negozio online poggia su Magento 1. E, come tante altre persone nella tua posizione, ti trovi costretto a cambiare.

Cerchi un partner di esperienza per lanciare il tuo nuovo e-commerce?

Dall'analisi del tuo mercato, attraverso neuromarketing e psicologia della persuasione, sviluppiamo e promuoviamo esperienze digitali ad alto tasso di conversione

Come è noto, infatti, fin dal 2015 è stato rilasciata la nuova versione della piattaforma, ovvero Magento 2; dopo alcuni anni di interregno, gli sviluppatori hanno deciso di lasciarsi del tutto alle spalle la versione precedente, comunicando che, a partire dal 30 giugno 2020, il supporto ufficiale a Magento 1 avrebbe chiuso i battenti. E quella data, ormai, è decisamente lontana dietro alle nostre spalle. Che cosa fare?

La situazione che si è venuta a creare non è delle migliori. Alcuni commercianti hanno deciso di passare quasi subito da Magento 1 a Magento 2, senza pensarci troppo. Anzi, spesso senza pensarci affatto

Altri, invece, hanno preso la palla al balzo per abbandonare la piattaforma, affidandosi ad altri CMS per e-commerce più adatti alle proprie esigenze.

Altri ancora non hanno preso nessuna decisione, restando aggrappati alla vecchia versione di Magento in attesa di scegliere quale direzione prendere. Ed è proprio a questi ultimi che abbiamo pensato oggi nello scrivere questo post dedicato al passaggio da Magento 1 a Magento 2: prima di prendere questa decisione, vogliamo darti tutte le informazioni necessarie, cosicché tu possa avere la certezza di prendere la decisione giusta.

Il problema non è come passare da Magento 1 a Magento 2

In molti, dopo il venir meno del supporto ufficiale alla versione precedente di questo CMS per e-commerce, hanno iniziato a spulciare nel web delle guide per capire come migrare da Magento 1 a Magento 2.

Gli imprenditori e gli e-commerce manager che si sono documentati per capire come effettuare il passaggio alla nuova versione hanno così capito che la migrazione non è facile e veloce come si potrebbe pensare: non basta, insomma, un semplice click.

Ancora prima di procedere con il passaggio da Magento 1 a Magento 2 è infatti necessario effettuare un backup completo del negozio, senza dimenticare nemmeno una cartella.

A questo punto bisogna creare un clone, effettuare un’analisi complessiva del negozio, controllare la compatibilità di estensioni, codici e temi utilizzati con la nuova versione, e quindi, finalmente, effettuare la migrazione vera e propria.

Non si tratta di un procedimento da nulla. Ma attenzione, il problema non è questo. Nossignore: ancora prima di studiare come passare da Magento 1 a Magento 2 sarebbe necessario domandarsi se è davvero obbligatorio effettuare questa migrazione

Certo, non sarebbe affatto prudente, né saggio, restarsene immobili su Magento 1, una versione senza più supporto né aggiornamenti, destinata a diventare obsoleta in tempi brevi.

Tale opzione è sicuramente da escludere, senza alcun dubbio. Ma questo non significa affatto che l’unica soluzione sia quella di passare a Magento 2: ci sono altri CMS per e-commerce da prendere in considerazione!

Indubbiamente, se negli ultimi anni hai utilizzato Magento 1, sai già quali sono le caratteristiche principali di questa piattaforma. Molto probabilmente conosci quindi già i pro e i contro di questo CMS, notoriamente molto diffuso, e puoi già anticipare, in larga parte, quali saranno i punti salienti anche della sua nuova versione, che porta ovviamente avanti le tipiche peculiarità del mondo Magento.

Detto questo, ora che in ogni caso dovrai rifare l’intero e-commerce, non vale forse la pena prendere in considerazione anche un altro CMS? Se sei d’accordo, a partire dalle prossime righe, nel modo più imparziale possibile – parola di lupetto – ti proporremo un confronto tra Magento 2 e Prestashop, o meglio, tra Magento 2 e il progetto Prestashop che sviluppiamo in casa Pronesis.

Tra qualche minuto, insomma, avrai tutte le informazioni che ti servono per decidere se passare da Magento 1 a Magento 2 o se passare invece da Magento 1 a Prestashop.

Magento 2 o Prestashop? Ecco le informazioni che ti servono

Non ci sono dubbi: Magento e Prestashop sono le due scelte più quotate e più apprezzate nel campo dei CMS per e-commerce.

In qualsiasi lista o classifica di spessore delle migliori piattaforme per e-commerce, queste due soluzioni figurano tra i primissimi posti, nella maggior parte dei casi esattamente sui due più alti scalini del podio.

Si tratta però di due soluzioni con caratteristiche abbastanza differenti: per alcuni imprenditori ed e-commerce manager, quindi, Magento può presentarsi come una buona soluzione; per altri, invece, la soluzione ideale è certamente Prestashop.

Nelle prossime righe, quindi, metteremo la nostra istintiva passione per Prestashop da parte, per vedere quali sono, oggettivamente, le differenze principali tra queste due piattaforme.

Tu conosci già Magento, per l’utilizzo che ne hai fatto in questi ultimi anni con il tuo e-commerce. Non ti offenderai, quindi, vedendoci partire con il primo, oggettivo e riconosciuto vantaggio di Prestashop: questa piattaforma è conosciuta a livello internazionale come il perfetto punto di equilibrio tra costi, funzionalità e usabilità.

Magento, come probabilmente saprai già, non può vantare il medesimo equilibrio. Per essere davvero imparziali, prima di partire con le differenze cruciali tra Prestashop e Magento, vogliamo quindi dirti anche qual è il principale “pro” di Magento: si tratta di una piattaforma per e-commerce molto ricca di funzioni.

Come vedremo qui sotto, però, questo vantaggio rischia spesso di trasformarsi in una pecca per determinati utenti.

Le differenze reali tra Prestashop e Magento (con tabella comparativa)

Sicuramente, in questi anni di utilizzo, te ne sarai accorto/a: Magento non è una piattaforma particolarmente facile da utilizzare. Anzi, questo CMS è conosciuto proprio per la sua complessità, che si presenta sia ai nuovi utenti, sia nel momento in cui è necessario effettuare delle modifiche all’infuori della routine quotidiana.

É proprio questo il lato “oscuro” della medaglia: Magento è sì molto ricco di funzioni, essendo pensato per shop di dimensioni molto importanti, ma questa ricchezza si traduce inevitabilmente in una complessità di fondo, e quindi in difficoltà per l’utente.

Prestashop, da parte sua, è comunque molto ricco di funzioni, pur riuscendo a presentare un back end – ovvero un pannello di controllo – più semplice da utilizzare, così da permettere una gestione dell’e-commerce più agevole e più veloce.

L’abbiamo già anticipato qui sopra: Magento è pensato fin dall’inizio per e-commerce molto grandi.

Quindi sì, chi ha in mente di gestire un negozio online di dimensioni importanti può certamente trovare in Magento 2 l’alleato giusto.

Diversamente, per chi gestisce un negozio online di dimensioni piccole o medie, Magento può risultare sovradimensionato. Questo si traduce nel dispendio di maggiori risorse a parità di performance del sito: per via della maggiore strutturazione a livello di tabelle e di database, le risorse utilizzate in termini di server da Magento sono generalmente superiori, con costi mensili che possono lievitare anche del 30-40%, pur con le medesime prestazioni di un e-commerce costruito con Prestashop.

Tutto dipende, quindi, dal tipo di shop che si intende gestire, e quindi dalle proprie esigenze

Una differenza importante è relativa ai costi. Affinché un e-commerce possa essere effettivamente efficace è necessario nella maggior parte dei casi acquistare dei moduli aggiuntivi, i cosiddetti “addons”.

Questo è possibile sia nel caso di Prestashop che di Magento; per quest’ultimo, però, si parla di costi più sostenuti, laddove per gli addons di Prestashop si viaggia sempre tra i 50 e i 250 euro (soglia che viene raggiunta solo per i plugin più complessi).

I costi di Prestashop, va sottolineato, sono minori anche per quanto riguarda le operazioni di implementazione e di modifica delle funzionalità: anche questo dettaglio spinge Magento a essere adottato dagli e-commerce più grandi, con importanti budget a disposizione.

CaratteristicaPrestashop1.7Magento2.2/2.3Note
Installazione
(1 più difficile, 5 più facile)
4/53/5L’installazione di Magento è si presenta molto più complessa rispetto a Prestashop.
Tecnologie necessarieLAMP,LEMP, WindowsLAMP,LEMP,WindowsEntrambe supportano linux e php 7.2+
CPU/Memoria1GB+2GB+Prestashop ha una richiesta molto inferiore di memoria rispetto a Magento. Prestashop può quindi funzionare correttamente in hosting condivisi, per Magento invece è necessario considerare un buon VPS o server dedicato.
Performance
(1 più lento, 5 più veloce)
4/53/5In generale Prestashop offre – a parità di caratteristiche hardware – un livello di prestazioni notevolmente più veloce. È comunque possibile ottenere i medesimi risultati per Magento dotandosi di hardware e soluzioni di caching dedicate e studiate appositamente per venire incontro alla piattaforma.
Fetta di mercato300,000780,000Magento ha approssimativamente il 30% del mercato nel settore degli e-commerce, mentre Prestashop si assesta sul 15%.
Numero di funzioni
(1 meno funzioni, 5 più funzioni)
4/54.5/5Magento offre praticamente quasi tutte le funzioni che possono servire per un qualsiasi negozio online. Prestashop d’altro canto ha un numero significativo di funzioni anche se lievemente meno. In ogni caso entrambe le piattaforme offrono tutte le funzioni necessarie per mettere in piedi un negozio online completo.
Facilità di aggiornamento
(1 più difficile, 5 più facile)
4.5/52.5/5Aggiornare la piattaforma è uno dei più grandi problemi che presenta Magento; sebbene presenti sia un’interfaccia web che da riga di comando gli aggiornamenti portano sempre a più di un mal di testa.

Spesso infatti si incappa in problemi di compatibilità o altre criticità tecniche, e difatti il web è pieno di lamentele e richieste di aiuto da parte dei gestori dei siti, alle prese con un aggiornamento.

Prestashop d’altra parte ha una fantastica e intuitiva interfaccia che semplifica aggiornamenti e ripristini.

Disponibilità di estensioni / Add-ons/ Moduli
(1 poca disponibilità, 5 molta disponibilità)
4.5/54.5/5Entrambi offrono praticamente tutte le funzioni extra con moduli di terze parti (gratuite e a pagamento). Entrambi hanno un vasto  marketplace con una lista di estensioni.
Costi per estensioni e add-onsBassiMediI moduli di Prestashop costano generalmeno meno. Tuttavia Magento offre qualche funzionalità in più.
Installazione delle estensioni
(1 più difficile, 5 più facile)
4.5/53/5Questo è uno dei più grandi problemi di Magento. Occorre copiare i moduli all’interno dell’ambiente di backend per riuscirli a installarli. Questo comporta la necessità di avere un accesso fisico al server, sebbene poi ci sia un’interfaccia web per effettuare gli aggiornamenti veri e propri (anche se quest’ultima risulta essere molta lenta e spesso causa diversi problemi). Si può ovviare usando un prompt di comandi testuale ma non è cosi semplice, a meno di essere un utente avanzato.
I moduli di Prestashop possono essere installati direttamente da admin e risulta essere cosi molto più fluido e semplificato.
Personalizzazioni
(1 poche, 5 tante)
4/54.5/5Magento può vantare in numeri assoluti un numero maggiore di personalizzazioni
Sviluppo di funzionalità aggiuntive
(1 più difficile, 5 più facile)
4/53/5Entrambi offrono veramente tante possibilità per funzionalità esterne, tuttavia Magento richiede costi maggiori.
Supporto tecnico
(1 minore, 5 maggiore)
4.5/53.5/5Entrambe le piattaforme possono contare su milioni di utilizzatori che forniscono supporto per qualsiasi problematica, sia in forum che ambienti di discussione.
SEO
(1 meno performante, 5 più performante)
4.5/54.5/5Entrambe le piattaforme hanno un eccellente supporto SEO.
Temi
(1 minor quantità, 5 maggior quantità)
4.5/54.5/5Entrambi i sistemi hanno un’infinità di temi gratuiti e a pagamento.
Supporto Multi-ShopSiSiImpostare differenti riscritture URL o gestire differenti domini per multi-shops in Prestashop è parecchio più semplice.
Supporto Multi-Lingua SiSiEntrambi ok, anche se in Magento la gestione di lingue addizionali risulta più complessa.
Supporto Multi-ValutaSiSiEntrambi non hanno problemi.
Funzionalità di ricerca
(1 minor quantità, 5 maggior quantità)
4/53.5/5Entrambe offrono una personalizzazione estrema.
Coupon/Scontistiche
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54.5/5
Gestione resi
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54.5/5
Email Automation
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54/5
Email template
(1 peggiore, 5 migliore)
4.5/53/5
Gestione prodotti
(1 peggiore, 5 migliore)
4.5/54.5/5
Gestione categorie 
(1 peggiore, 5 migliore)
4.5/54.5/5
Gestione clienti
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54/5
Comparazione prodotti
(1 peggiore, 5 migliore)
4.5/55/5Per qualche ragione Prestashop non la possiede nel tema base, anche se può essere facilmente inserita tramite un modulo aggiuntivo.
SicurezzaSiSi
Open SourceSiSi
Analisi vendite e prodottiSiSi
Supporto metodi di pagamentoSiSiEntrambi supportano praticamente tutti i maggiori gateway di pagamento (PayPal, Carte di Credito, Contrassegno, Bonifico).
Metodi di spedizione
(1 più difficile, 5 più facile)
4/53/5Aggiungere metodi di spedizione in Prestashop risulta più semplice, anche diversificando le regole.
Gestione tasse
(1 peggiore, 5 migliore)
44.5/5
Gestione ordini
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54/5
Supporto caching 
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54.5/5Magento offre un supporto leggermente migliore per soluzioni di caching esterne, anche se entrambi sono ad un livello eccellente.
Dimensione negozioDa piccolo  a medioDa piccolo a enorme
Multi venditaNoNoEntrambe non offrono nulla nella versione base, ma esistono soluzioni di terze parti da integrare.
Supporto import/export massiviSiSiSia per prodotti che clienti.
Integrazioni di terze partiSiSi
Variabili globali personalizzabiliNoSi
Supporto SSL SiSi
Filtri e navigazione a stratiSiSi
Navigazione a strati in Ajax SiNo
Attributi e caratteristiche prodotto
(1 minore, 5 maggiore)
3.5/54.5/5Prestashop offre una più limitata scelta.
Attributi e caratteristiche prodotto diversificatiNoSiMagento offre funzionalità per gestire gruppi di attributi diversificati per gestire separatamente determinate categorie.
Gestione regole carrello
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54.5/5
Pagine aggiuntive CMSSiSi
Recensioni prodotto e negozioSiSi
Conformità GDPR SiSi
Design Responsive/AdaptiveSiSi
Aggiunta nuovi prodotti
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54.5/5
Aggiornamento massivo prodotti 
(1 peggiore, 5 migliore)
4/54.5/5
Video nella scheda prodottoSiSi
Rapporti/avvisi sui prodotti e carrelliSiSiEntrambi offrono funzionalità per gestire quantità di prodotti in esaurimento, prodotti esauriti, carrelli abbandonati, ecc..
Livelli e ruoli utente diversificati in admin
(1 peggiore, 5 migliore)
3.5/54.5/5Magento è superiore se stai pianificando di gestire il backend con diversi gruppi di lavoro.
Webservices/API integrationSiSi

 

Sono queste, a nostro avviso, le vere differenze tra Magento e Prestashop, quelle che effettivamente devono essere presentate all’utente al momento della scelta.

Cerchi un partner di esperienza per lanciare il tuo nuovo e-commerce?

Dall'analisi del tuo mercato, attraverso neuromarketing e psicologia della persuasione, sviluppiamo e promuoviamo esperienze digitali ad alto tasso di conversione

Sintetizzando al massimo, possiamo dire che non esiste una soluzione perfetta:

Le due piattaforme per e-commerce si rivolgono a delle aziende leggermente diverse, ed è quindi fondamentale effettuare delle analisi preliminari per capire quali sono le proprie esigenze

Se non hai ancora effettuato il passaggio tra Magento 1 a Magento 2, probabilmente non sei del tutto sicuro sul prossimo passo da affrontare: noi di Pronesis sviluppiamo da anni e-commerce di alta qualità con Prestashop, negozi che sono diventati dei punti di riferimento nei rispettivi settori (abbiamo parlato qualche settimana fa, per esempio, degli e-commerce sviluppati dalla nostra agenzia web premiati come migliori e-commerce d’Italia) svettando sopra gli altri sia per vendite che per posizionamento sui motori di ricerca.

 

Prestashop può essere un’ottima alternativa a Magento: se vuoi scoprire qualcosa di più su questa possibilità, visita la nostra pagina dedicata alla creazione di un e-commerce in Prestashop, oppure contattaci senza nessun impegno: valuteremo insieme se e come il progetto Prestashop di Pronesis può diventare la nuova base per il tuo e-commerce !

Piaciuto questo articolo? Perchè non leggi anche:

Last edit:

Passare da Magento 1 a Magento 2? Critic…

di Stefano Vita Finzi Zalman tempo di lettura: 10 min